Dolci di Natale in Scozia

A tavola con gli scozzesi

Il Natale in Scozia, si celebra nei parchi, per le strade e nei pub, mangiando con gli amici o in famiglia. Ma cosa si mangia per Natale? Esiste anche in Scozia il tradizionale pranzo di Natale? Ebbene sì, e c’è anche un’enorme varietà di piatti e dolci tipici di questo periodo. Tutti i ristoranti e i pub della città per l’occasione modificano i propri menu. Ognuno ha un piatto speciale, una novità, un sapore particolare. In questo post vi elenchiamo i dolci (ma non solo) che troverete se venite a passare il Natale a Edimburgo. Buon Appetito!

Il pranzo di Natale

Natale è un periodo dell’anno in cui si mangiano piatti molto speciali e in cui i dolci fanno da padroni. Ma i dolci arrivano solo alla fine del pranzo. Prima di questo gustoso momento, sulle tavole degli scozzesi si succedono piatti che non sono affatto da meno. Si comincia con una bella zuppa calda seguita da un piatto principale che di solito è tacchino arrosto, ma che può anche essere spesso manzo, maiale o selvaggina, accompagnati da patate, salsicce o arrosto di pancetta. Soltanto dopo queste, e molte altre, prelibatezze della cucina tipica scozzese, per la gioia dei più golosi, si può finalmente passare ai dolci tipici scozzesi, che si possono trovare nella maggior parte delle pasticcerie, dei ristoranti e nei supermercati di tutte le città della nazione.

Vediamo adesso da vicino quali sono questi piatti e soprattutto questi dolci che ogni Natale, quando riempiono le vetrine, ci fanno venire l’acquolina in bocca.

Christmas Pudding

Christmas Pudding. Fonte: Musical Linguist [GFDL or CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons

1. Christmas Pudding

Il Christmas Pudding, tipico dolce inglese, non è da confondere con un altro piatto della tradizione culinaria scozzese, cioè il Black Pudding, una sorta di sanguinaccio. Il dolce natalizio tipico delle cene britanniche è invece realizzato utilizzando principalmente frutta candita, mandorle e uova, ma può essere arricchito con altri ingredienti a seconda dei gusti. In genere si serve con un pò di cioccolato e una salsa al Brandy o al Rum. Viene preparato durante l’Avvento e consumato il giorno di Natale, quando fa la sua apparizione sulle tavole degli scozzesi decorato da un agrifoglio. Il pudding natalizio viene anche chiamato Plum Pudding, cioè pudding di prugne, probabilmente perchè nei secoli precedenti l’uva passa veniva chiamata Plum in inglese.

Ingredienti:

Uva passa, fichi secchi, bucce d’arancia, albicocche secche, ciliegie secche, melassa, succo d’arancia, mollica di pane, farina e zucchero.

 2. Clootie Dumpling

Clootie Dumpling

Clootie Dumpling. Fonte: Matt Riggott [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

Di fatto, il Clootie Dumpling è la versione scozzese del tipico Christmas Pudding inglese. È molto simile al precedente, ed il nome deriva dal modo in cui viene preparato: l’impasto viene avvolto in un panno (cloot è la forma scozzese di cloth inglese) infarinato, e messo a bollire in acqua, prima di essere tirato fuori, asciugato e messo nel forno per una seconda cottura. Le ricette di questo dolce di Natale variano da regione a regione, dal Fife a Dundee, a seconda di come si sono tramandate le ricette della cucina natalizia tradizionale.

Ingredienti:

Uva passa, ribes rosso, carota, uovo, succo d’arancia, mollica di pane, pepe di cayenna, latte, farina, burro e zucchero.

Cranachan Pudding

Cranachan Pudding. Fonte: Smabs Sputzer [CC BY 2.0] via Flickr

3. Crannachan

Nonostante in origine fosse un dolce consumato principalmente in estate a causa della stagionalità dei suoi ingredienti, oggi il Crannachan viene servito durante tutto l’anno e specialmente in occasioni speciali, come il periodo di Natale. Una volta a base di crowdie, un formaggio spalmabile tipico di queste zone, e raccomandato prima di una sessione di Ceilidh, la famosa danza scozzese, perchè alleviasse gli effetti dell’alcohol, questo dolce natalizio viene realizzato con i migliori prodotti tipici della Scozia: a base di panna e avena, e aromatizzato con un tocco dei migliori whisky scozzesi. In genere lo si serve in una coppa di vetro che permette di vedere il contrasto tra il rosso dei frutti di bosco e il bianco della panna, ma alcuni ristoranti vi presentano gli ingredienti in coppette separate e vi permettono di mescolarli a vostro piacimento.

Ingredienti:

Panna montata, lamponi, cranberry, fiocchi d’avena e un goccio di whisky.

Mince Pie

Mince Pie. Fonte: Jmb [GFDL, CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons

 

4. Christmas Pie o Mince Pie

Anche questa simile ad un altro piatto salato tipico scozzese, la Christmas Pie fa risalire le sue origini al XIII secolo, quando i crociati, ritornando dal Medio Oriente, portarono con loro le influenze della cucina araba, dove la carne veniva servita spesso con frutta e spezie. Al contrario della Meat Pie, questa versione dolce del famoso cibo tradizionale ha eliminato la carne dagli ingredienti, ed oggi è un tortino di pasta sfoglia ripieno solo di frutta secca e spezie. Questa ricetta ha acquisito un carattere natalizio durante l’epoca Vittoriana e oggi è uno dei dolci più diffusi soprattutto nel mese di Dicembre in tutto il Regno Unito e negli altri paesi del mondo anglosassone.

Ingredienti:

Uva passa, mele, buccia d’arancia, ribes rosso, succo d’arancia e brandy, mandorle, farina, zucchero, burro e uovo.

Christmas Cake

Christmas Cake. Fonte: James Petts [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

5. Christmas Cake o torta di Natale

Molti paesi presentano tra i dolci di Natale una torta di frutta candita e mandorle, e il Regno Unito non poteva essere da meno. La classica Christmas Cake, o torta di Natale, è un tortino di marzapane ripieno di frutta candita e di solito ricoperto con una glassa di zucchero che viene decorata con motivi natalizi, come alberi di natale o pacchetti regalo. La versione scozzese di questo dolce è la Dundee Cake o Whisky Dundee, chiamata così in onore alla città della costa Est e di uno dei suoi principali ingredienti, il tipico whisky scozzese. Fatta principalmente con mandorle, sembra che questa versione sia stata creata originariamente per la Regina Maria Stuarda, e ancora oggi accompagna la Regina Elisabetta II durante l’ora del tè.

Ingredienti:

Farina, burro, zucchero, marmellata di albicocche, uova, mandorle, ciliegie candite e latte.

Yule Log

Yule Log. Fonte: ABPend [CC BY-SA 2.5], from Wikimedia Commons

6. Yule Log

Tra i dolci che si rifanno alle antiche tradizioni scozzesi dei popoli celti, troviamo anche lo Yule Log. È un dolce a forma di tronco (Log) simile al rotolo tedesco e di cui se ne trovano diverse versioni anche in Francia, spesso ricoperto di glassa o cioccolato. Yule era il nome dell’antica festività pagana che si celebrava durante il solstizio d’inverno, intorno al 21 Dicembre: durante questo periodo, un ceppo veniva lasciato ardere per tutta la notte, per celebrare l’arrivo delle giornate più lunghe. Nonostante la tradizione sia legata al mondo druidico, ancora oggi molti scozzesi lasciano bruciare un tronco nel loro focolare da Natale fino all’Epifania.

Ingredienti:

Uova, farina, zucchero, cacao, panna montata e cioccolato fondente.

shortbreads

Shortbreads. Fonte:Dave souza (Own work) [CC BY-SA 2.5], via Wikimedia Commons

7. Shortbread

Il biscotto più famoso della Gran Bretagna ha le sue origini proprio in Scozia, durante il XII secolo. In origine era un prodotto piuttosto caro e non tutti se lo potevano permettere, per questo lo si mangiava solo in occasioni speciali come Natale, Hogmanay (Capodanno) o durante i matrimoni. Oggi, anche grazie alla diffusione e alla facilità di reperire i suoi ingredienti, è un dolce famosissimo che si trova un po’ dappertutto e costituisce la maggior parte dei souvenir riportati a casa dopo una vacanza in terra scozzese. Chiave del suo successo: la semplicità della preparazione.

Ingredienti: Una parte di zucchero, due di burro e tre di farina.

biscotti allo zenzero

Biscotti allo zenzero. Fonte: Gaetan Lee [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

8. Biscotti allo Zenzero o Gingerbread

Se i biscotti di cui abbiamo appena parlato sono famosi e apprezzati in tutta la Scozia, questi altri non lo sono meno. I loro più grandi fan sono i bambini, forse per la loro tradizionale forma di omino. Sono i famosi omini di pan di zenzero, o Gingermen, ma in realtà le forme e gli ornamenti con cui li troviamo possono essere tanti, e ce n’è davvero per tutti i gusti. Nel periodo di Natale questi omini fanno la loro comparsa su moltissime tavole britanniche, soprattutto all’ora del tè, e in tantissime vetrine di pasticcierie, incantando il desiderio di grandi e piccini.

Ingredienti:

Sciroppo, zucchero, burro, panna, zenzero, cannella, farina.

rumbledethumps

Rumbledethumps. Fonte: Glane23 (Own work) [CC BY-SA 3.0 or GFDL], via Wikimedia Commons

9. Rumbledethumps

Nel nostro lungo elenco di dolci, vale anche la pena accennare ad un altro piatto tradizionale della tradizione natalizia scozzese, ovvero il Rumbledethumps. Preparato sia come piatto principale, ma anche come contorno, è tipico degli Scottish Borders, la zona meridionale della Scozia al confine con l’Inghilterra. Un piatto simile, però, si prepara anche più al nord, nell’area di Aberdeen, dove è conosciuto con il nome di Kailkenny. In realtà, poi, anche Irlanda del Nord e Inghilterra hanno le loro versioni e i loro nomi per questa salutare portata. In sostanza, si tratta di una sorta di purè arricchito con verdure cotte, che vengono arrostite e alla fine gratinate. Senza dubbio un delizioso modo di mangiare sano a Natale, quando regnano i dolci e le calorie.

Ingredienti:

Patate, verza, cipolla, formaggio e pepe nero.

afternoontea

Afternoon tea. Fonte: Per Mosseby [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

10. Afternoon tea

Non possiamo chiudere questa lista senza accennare qualcosa al famoso “tè delle cinque”, che più che un piatto è un vero e proprio evento tipico delle isole britanniche. Nato nel XIX secolo, ancora oggi molti bar, ristoranti ed hotel offrono la possibilità di indulgiare in questa pausa pomeridiana, dove però non vengono quasi mai serviti biscotti. Partecipando ad un afternoon tea potrete gustare, invece, deliziosi mini-sandwich con uova, cocomeri o altre erbe particolari, insieme alle tipiche scones sia dolci, con marmellate e burro, che salate. Anche le torte sono un ingrediente ben accetto, come la famosa Victoria Sponge, a base di panna e marmellata di lampone.

Se pensate di visitare la città di Edimburgo durante le feste natalizie, date un’occhiata agli eventi e agli spettacoli a cui potete assistere mentre siete nella capitale Scozzese. Le tante possibilità di divertirvi e fare esperienza delle tradizioni scozzesi e le accese celebrazioni per Hogmanay, il Capodanno scozzese, vi permetteranno di passare una vacanza unica ed indimenticabile.

Facebook

sara

Posts

Facebookyoutube

No Comments

Be the first to start the conversation.

Leave a Reply

Text formatting is available via select HTML. <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*