Harry Potter nel Regno Unito (Parte 2)

Un viaggio nel Regno Unito per scoprire le magiche località che hanno ispirato Harry Potter

Si sa che il magico mondo di Harry Potter non sorge in un non-luogo, ma è visto come complementare e prossimo al mondo dei babbani, in una Gran Bretagna di fine anni ’90. Unica particolarità: è invisibile, controllato dal Ministero della Magia, e gli abitanti sono ovviamente persone dotate di innata arte magica. E si sa anche che i fan di Harry Potter sono insaziabili, vogliono saperne sempre di più. Per cui il nostro viaggio, sulle tracce del mago Harry, cominciato a Edimburgo e continuato in Scozia, non può che andare avanti per tutto il Regno Unito, alla scoperta dei luoghi che, se nei libri di Harry Potter sono l’ispirazione, nei film costituiscono l’ambientazione reale della storia.

Prima fermata: Londra

piattaforma

Piattaforma 9 e 3/4. Fonte: Val Vannet, (CC BY-SA 2.0) via geograph.org

London King’s Cross Station è una stazione ferroviaria situata nel distretto di Camden a Londra, ed è un luogo fondamentale nei libri e nei film di Harry Potter, perché è la via per accedere al mondo magico. Basta recarsi tra i binari 9 e 10, realmente esistenti, e scovare la piattaforma 9 e ¾, una bella rincorsa e via diretti in un altro mondo. Attenzione, non dimenticate che l’accesso è assicurato solo fino alla partenza del treno. Pochi secondi di ritardo e il tutto si riduce a una dura capocciata nel muro!

A Gracechurch Street di Londra c’è un posto incredibile, la perfetta atmosfera che la Rowling disegnava con la sua mano da scrittrice. Si tratta del Leadenhall Market, un tipico mercato coperto, in stile vittoriano, vivo, colorato, bello. Un mercato antichissimo, risalente al XIV secolo. Qui potrete accedere al Paiolo Magico, il vecchio e dimesso pub, completamente invisibile ai babbani, ma con accesso diretto a Diagon Alley per i maghi, grazie a un tocco di bacchetta magica sui mattoni del retrobottega. Attualmente è un negozio di ottica, situato precisamente a Bull’s Head Passage. Se la vostra mente riuscirà ad unire questo posto con Victoria Street a Edimburgo, potete davvero considerarvi fortunati, perché siete entrati nel magico mondo di Harry Potter!

Leadenhall Market. Fonte: David Iliff [CC-BY-SA 3.0], via wikimedia.org

Leadenhall Market. Fonte: David Iliff [CC-BY-SA 3.0], via wikimedia.org

Spostiamoci a Oxford

Finita l’ambientazione londinese, l’ambentazione letteraria e cinematografica di Harry Potter si diffonde un po’ per tutto il territorio britannico. La Biblioteca Bodleiana, merita una visita non soltanto per i fan di Harry Potter. Siamo di fronte a una delle biblioteche più antiche d’Europa e più importanti del Regno Unito, tra le sei con diritto legale. Il fascino di questo luogo è davvero indescrivibile e i volumi di magia consultati dai maghi della scuola di Hogwarts non potevano trovarsi altrove. Le parole della Rowling trovano perfetta corrispondenza nella realtà di questo luogo, stretti corridoi, scaffali di legno pieni di libri di magia, e un reparto proibito. Procuratevi un mantello che vi renda invisibili, e l’accesso sarà garantito.

Castello di Alnwick

Castello di Alnwick

Castello di Alnwick. Fonte: Phil Thomas, [CC BY 2.0], via wikipedia.org

Se le Nimbus 2000 o 2001 danno qualche problema, siamo in tempo per prendere qualche lezione da Madama Bumb, professoressa di volo, e chissà se non siamo destinati a una Firebolt, il manico di scopa più veloce sul mercato, e a presenziare il torneo mondiale di Quidditch. Appuntamento al Castello di Alnwick, nella regione inglese del Northumberland, e tappa imperdibile per tutti gli appassionati di Harry Potter e del nostro tour dedicato al mago più famoso di tuti i tempi. Un castello costruito nel 1096 dal duca di Alnwick come roccaforte difensiva dal nemico scozzese, attualmente il secondo castello abitato più grande d’Inghilterra, e residenza dei duchi di Northumberland. Le lezioni di volo del primo film di Harry Potter avvengono nello spettacolare e verde giardino del castello. E ancora, il primo volo di Harry Potter, la prima sfida con Draco Malfoy, la scoperta del Quidditch con Oliver Wood. Si tratta di un castello in grande stile, incantevole e aperto al pubblico nei mesi estivi, con possibilità di prendere anche delle serie lezioni di volo! Attenzione però a non rimanere inchiodati su un salice schiaffeggiante: nel castello di Alwnick sono state girate anche le scene del poco docile albero, che prende di mira la Ford Anglia di Harry e Ron, e che distrugge la scopa del mago Harry.

E ancora Hogwarts

Se a Edimburgo avete visto Hogwarts da fuori, completerete la visione con la Cattedrale di Durham, in Inghilterra. Questa cattedrale, antichissimo centro della cultura normanna e della cristianità è stata un’altra location della scuola di magia di Hogwarts. Nella sala capitolare della cattedrale, Minerva Mc Granitt insegna ai suoi studenti come trasformare gli animali in calici d’acqua. Nel cortile interno, ricoperto di neve, Harry Potter farà volare la sua civetta, nel primo film. Infine, con meno entusiasmo per l’indimenticabile immagine, vi comunico che in questo luogo è stata girata la scena in cui Ron vomita lumache, per aver osato sfidare Draco Malfoy con un incantesimo.

Cattedrale di Dhuram

Cattedrale di Dhuram, Oliver-Bonjoch, (CC BY-SA 3.0), via wikimedia.org

Ma le ambientazioni di Hogwarts non sono ancora finite. Resta la storica cattedrale di Gloucesters, le cui origini risalgono al 678 d. C., quando qui venne fondata un’abbazia dedicata a San Pietro. La Warners Bros ha trasformato i chioschi della cattedrale nei corridoi di Hogwarts, coprendo di pietre e mattoni medievali qualunque segno di modernità, come cavi e prese elettriche. Allo stesso modo è stato necessario occultare qualsiasi segno che tradisse la natura della cattedrale, ad esempio le aureole dei santi o le vetrate con motivo religioso. Le oltre cento tombe del pavimento della cattedrale sono state ricoperte di feltro, verniciate e trattate a modo per renderlo quanto più simile a una pavimentazione in stile medievale. Qui sono state girate le scene dell’allagamento del bagno delle femmine, provocato da Mirtilla Malcontenta, o della scritta col sangue sulla parete che annuncia la riapertura della camera dei segreti. Infine, lo spaventoso incontro tra Harry Potter e il grande troll, un mostro costruito artificialmente, ma così grande da riuscire a stento ad attraversare le massicce porte della cattedrale.

Gloucesters cath.

Cattedrale di Gloucesters. Fonte: Jonathan Billinger, (CC BY-SA 2.0), via geograph.org

Tra mito e leggenda, fantasia e realtà si dice che la cripta della cattedrale sia infestata dai fantasmi dei monaci che un tempo popolavano l’abbazia, forse qualche predecessore di Nick-Quasi-Senza-Testa o del Barone Sanguinario, i famosi fantasmi harrypottiani. Chissà perché, dopo aver letto i libri di Harry Potter, la cosa non risulti così sorprendente, e con facilità ci viene da immaginare qualche anima gelida, grigia e fluttuante, aggirarsi tra le mura di questo posto fantastico.

Infine il Galles

Con l’impressionante Freshwater Beach, spiaggia molto nota per le sue ambientazioni cinematografiche, anche il Galles entra a far parte a pieno titolo del mondo magico. Nei film di Harry Potter questo luogo è diventato la scenografia per la Villa Conchiglia, la casa in cui si trasferiscono Bill Wasley e Fleu Delacour dopo il matrimonio. Nel libro si trova in Cornovaglia, su una collina vicino all’oceano, nei pressi del villaggio babbano di Tinworth. Dietro la casa, il piccolo giardinetto con rocce bianche levigate dal mare, in cui verrà seppellito Dobby, il fedele elfo domestico di Harry Potter.

Villa Conchiglia

Villa Conchiglia. Fonte: Russ Hamer (Own work), [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Abbiamo viaggiato con Harry Potter per tutto il Regno Unito, a voi il compito di scovare maghi, elfi e fantasmi. E sapete che l’impresa non è facile, perché «quando si trovano con i Babbani, i Maghi e le Streghe dovranno adottare un abbigliamento completamente babbano, conforme il più possibile alla moda del tempo. Gli indumenti dovranno essere adatti al clima, alla regione geografica e all’occasione», come si legge nello Statuto Internazionale di Segretezza della Magia. Ma non preoccupatevi, questi meravigliosi scenari vi aiuteranno, la magia si respira nell’aria, e sarete colpiti da un incantesimo che vi aprirà tutte le porte: Alohomora!

Buon viaggio!

Facebook

marcella

Posts

Facebookyoutube

No Comments

Be the first to start the conversation.

Leave a Reply

Text formatting is available via select HTML. <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*