Category Archives: Festival da non perdere

macbeth-festival-edimburgo-firnge

Festival a Edimburgo nel 2017

No Comments 853 Views0

Un’anno di cultura e divertimento

Edimburgo, la città dei festival. Con questo nome si conosce, nel mondo, la capitale della Scozia e in effetti l’epiteto è meritato. Il famosissimo “festival di agosto” attira tutti gli anni migliaia di visitatori che vengono per partecipare alle centinaia di eventi di musica, spettacolo e cultura internazionale che colorano le strade della città per un intero mese. Ma il Fringe non è l’unico evento che si svolge in città e richiama curiosi ed appassionati fino a raddoppiare la popolazione della capitale scozzese. Il programma culturale di Edimburgo prevede ben 11 festival distribuiti da aprile a dicembre. Praticamente una serie ininterrotta di eventi relativi ad ambiti culturali diversi e dedicati a un pubblico di tutti i tipi e di tutte le età. Insomma a Edimburgo non ci si annoia mai. Ma andiamo a scoprire insieme quali sono i festival e cosa ci offre ognuno di loro.

1. Edinburgh International Science Festival: 1 – 16 aprile 2018

Festival Internazionale della Scienza

Festival Internazionale della Scienza – Fonte: MJ Richardson (CC BY-SA 2.0) via geograph

Ad aprire le danze, all’inizio di aprile, è il Festival Internazionale della Scienza, uno dei più grandi Festival della Scienza in Europa. La ricerca scientifica è da sempre una parte importante del bagaglio culturale di Edimburgo. Non dimentichiamo che proprio qui nacquero alcuni tra i più importanti scenziati e inventori le cui scoperte hanno avuto ripercussioni sulla cultura successiva e sulla vita quotidiana di tutto il mondo. Basti pensare ad Alexander Graham Bell, l’inventore del telefono o a Charles Darwin che studiò proprio a Edimbugo e a cui si deve la teoria dell’evoluzione delle specie, colonna portante della biologia moderna.

Il nome Festival della Scienza ci potrebbe far pensare a un evento piuttosto noioso, ma qui a Edimburgo la noia è bandita. Il programma indirizzato alle famiglie e ai bambini prevede una serie di attività, spettacoli e workshop in cui il pubblico partecipa attivamente e che sono dedicate ai diversi ambiti della scienza, dalla tecnologia alla biologia, dalle macchine agli esseri umani e agli animali. A questo tipo di attività si aggiungono performance, proiezioni e dibattiti, pensati per un pubblico più adulto che anche in questo caso spesso partecipa attivamente all’evento, grazie al ricchissimo programma che prevede anche mostre ed eventi speciali di vario tipo. Il festival vuole essere un luogo di incontro per fare il punto della situazione sulle teorie del momento con uno sguardo al futuro e a quello che ci aspetta al livello globale.

2. Imaginate’s Children Festival: 27 maggio – 4 giugno 2018

Edimburgo bambini che giocano

Bambini – Fonte: By Alan J Truhan.Ajtruhan at en.wikipedia [CC BY 2.5, GFDL or CC-BY-SA-3.0], from Wikimedia Commons

A neanche un mese dal Festival della Scienza, parte l’Imaginate Children Festival, un festival delle arti sceniche dedicato ai bambini e ai ragazzi. Performer provenienti dalla Scozia e da ogni parte del mondo si riuniscono a Edimburgo per presentare i migliori spettacoli per bambini, per giovani e per chi giovane ci si sente, a prescindere dall’età. Il Festival 2017 vedrà sul palco artisti provenienti da Danimarca, Inghilterra, Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Scozia Spagna e Svizzera. Ma questo è solo uno dei tanti passatempi che potrete fare insieme ai vostri bambini se vi trovate da queste parti a maggio o in estate: in questo post vi descriviamo altre attività divertenti ed interessanti pensate per il divertimento di tutta la famiglia in qualunque stagione!

3. Edinburgh Film Festival: 21 giugno – 2 luglio 2018

Tilda Swinton all'Edinburgh Film Festival

Tilda Swinton all’Edinburgh Film Festival – Fonte: Al  [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

Giugno ci porta verso l’estate e il periodo più intenso per i festival di Edimburgo ed è proprio in questo mese che ha luogo il Festival del Cinema di Edimburgo. Oltre ad avere un’offerta di qualità eccezionale che comprende una sorprendente varietà di proiezioni cinematografiche, questo festival annuncia anche l’inizio dell’estate con i suoi giorni infiniti e le sue feste. Tutti gli amanti del cinema sono quindi invitati a godersi questo festival del grande schermo e, perché no, anche le meravigliose serate estive di Edimburgo.

Il festival, che viene organizzato fin dal 1947, è un’occasione per entrare in contatto con le nuove produzioni sia nel campo della fiction che in quello dei documentari. Moltissimi dei film che hanno poi avuto un successo globale sono stati presentati qui in anteprima. Tra gli altri Little Miss Sunshine, Ratatouille, Billy Elliot e Amores Perros. Un’ottima occasione anche per indossare un abito elegante e cercare di scorgere qualche celebrità passeggiare sul famoso tappeto rosso.

4. Edinburgh Jazz and Blues Festival: 14 – 23 luglio 2018

Performance di una Jazz Band

Performance di una Jazz Band – Fonte: William Starkey [CC BY-SA 2.0] via Geograph

Il Festival di Jazz e Blues che si tiene ogni anno ad Edimburgo permette di conoscere le nuove tendenze in questo genere musicale sia a livello internazionale che chiaramente in ambito scozzese. Questa enorme offerta musicale si aggiunge all’allegra follia del festival, dando a Edimburgo una vitalità culturale unica che ben poche città possono eguagliare.

Le location dei concerti hanno già di per sé una magia del tutto particolare. Teatri, locali e perfino una chiesa sconsacrata, la Tron Kirk che viene aperta per l’occasione e che ha una storia misteriosa che vi raccontiamo nel nostro tour dei fantasmi. Al Festival di Jazz e Blues di Edimburgo è possibile anche assitere alle perfomance di artisti al loro primo debutto o di altri che suonano insieme in esclusiva per il festival. Gli amanti del Jazz e del Blues troveranno musica per le loro orecchie nelle lunghe giornate estive edimburghesi.

5. Edinburgh Art Festival: 27 luglio – 27 agosto 2018

Sculture all'Edinburgh College of Art

Sculture all’Edinburgh College of Art – Fonte: Kim Traynor (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Ci spostiamo adesso dai palchi di locali e teatri ai corridoi dei musei, delle gallerie, in ogni spazio dedicato alle arti visive, dove il Festival delle Arti di Edimburgo si sviluppa mostrandoci la storia dell’arte all’interno della ricchissima offerta culturale di questa città. In ogni edizione di questo festival, l’arte moderna e quella contemporanea si sono unite in una vasta gamma di possibilità di espressione con un punto di vista innovativo. D’altra parte se c’è una cosa a cui Edimburgo tiene è l’arte in tutte le sue forme, e la sua storia archittettonica ce lo fa capire bene.

Come da tradizione britannica, la maggior parte degli eventi del festival ha ingresso gratuito e comprende, oltre alle mostre, anche proiezioni, performance e incontri con gli artisti. Il panorama artistico giovane e scoppiettante della capitale scozzese sarà in grado di allietare e arricchire la vostra vacanza nel nord della Gran Bretagna.

6. Royal Military Tattoo: 4 – 26 Agosto 2018

Performance al Military Tattoo

Performance al Military Tattoo – Fonte: xlibber [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Parliamo ora di uno dei più conosciuti e seguiti festival di Edimburgo, il Royal Military Tattoo. Come molti sapranno si tratta di un festival in cui si esibiscono bande militari appartenenti agli eserciti del Regno Unito e del Commonwealth, ma negli ultimi anni l’evento si è allargato richiamando eserciti anche dal resto del mondo.

È un festival di musica e danza che ogni anno attira migliaia di spettatori e che non lascia mai scontento nessuno. I biglietti vanno a ruba già dal Natale dell’anno precedente, e spesso bisogna essere pronti a sborsare per ottenere un posto. Ma lo spettacolo merita decisamente lo sforzo della conquista: ogni anno è diverso sia per le esibizioni che per i temi affrontati che sono moltissimi: dalla natura alla tradizione, dalla Scozia al mondo.

Location d’eccezione di questo festival è la spianata del castello dove per l’occasione vengono montate delle gradinate per ospitare gli spettatori, in modo che ogni spettacolo abbia l’imponente ingresso del castello come sfondo. La storia affascinante di questo festival è raccontata in quest’altro post che vi consigliamo di leggere.

7. Edinburgh International Festival: 4 – 28 Agosto 2018

Una Rappresentazione della Traviata

Una rappresentazione della Traviata – Fonte: Orthorhombic (Own work) [GFDL or CC BY 3.0], via Wikimedia Commons

Organizzare un festival culturale di livello internazionale potrebbe sembrare un’invenzione recente, ma l’origine dell’Edinburgh International Festival risale addirittura al 1947. L’idea di partenza che portò all’organizzazione del festival era quella di una festa delle arti in cui lo spirito umano potesse rifiorire in tutto il suo splendore (“a platform for the flowering of the human spirit”) dopo i disastri causati dalla Seconda Guerra Mondiale. L’Edinburgh International Festival è dedicato alle arti generalmente considerate le più nobili, le più sofisticate: la musica classica, il teatro, l’opera e la danza nella cornice dei più bei teatri e sale concerto di Edimburgo.

Il Festival Internazionale di Edimburgo offre non solo un importante palcoscenico per far conoscere la cultura scozzese al mondo, ma soprattutto un punto di incontro tra le diverse culture e tendenze nel campo delle arti sceniche. Il programma è davvero unico e innovativo, qui potrete vedere spettacoli che non troverete da nessun’altra parte.

8. Edinburgh Fringe Festival: 4 – 28 Agosto 2018

Artisti di strada al Fringe Festival

Artisti di strada al Fringe Festival – Fonte: Festival Fringe Society (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Dello stesso anno è anche un altro dei festival più noti di Edimburgo, se non il più famoso, ovvero il Fringe Festival. Questo festival si sviluppò parallelamente al precedente, come un’inattesa alternativa ad esso. Tutto cominciò quando, completamente fuori programma, un gruppo teatrale si impossessò del palco e diede avvio ad uno spettacolo sotto gli sguardi attoniti del pubblico e dell’organizzazione del festival principale, che non seppe come intervenire. Così nacque il Fringe, con questo spirito di spontaneità e di ribellione che dura ancora oggi.

Per tutto il mese di agosto i partecipanti al festival e il loro pubblico affollano il Royal Mile in un ribollire di esibizioni lungo un mese. Per noi abitanti di Edimburgo questo è un momento magico dell’anno, anche se a volte ci risulta un po’ stancante… Per farvi capire, parliamo di più di 2000 spettacoli che hanno luogo in città in meno di un mese all’interno di teatri e locali, ai quali dobbiamo aggiungere gli oltre 4000 a cui possiamo assistere per strada a qualunque ora del giorno e della notte. Di sicuro un’esperienza indimenticabile!

9. Edinburgh Book Festival: 12 – 28 agosto 2018

Sedie da lettori al book festival

Sedie da lettori al Book Festival – Fonte: Jim Barton [CC BY-SA 2.0] via Geograph

Questo festival è uno di quelli di cui gli abitanti della città sono più orgogliosi. È il più grande festival della letteratura d’Europa. Anche se il festival vero e proprio si tiene in agosto, le attività legate ad esso si estendono durante tutto l’anno nelle piccole librerie che costellano Edimburgo che vendono sia libri nuovi che esemplari unici di seconda mano. Gli appassionati di libri potrebbero passare ore spulciando tra interminabili scaffali o sorseggiando una tazza di te o caffè mentre ponderano la difficile scelta.

Il festival del libro si tiene nei giardini di Charlotte Square, nella New Town di Edimburgo, dove vengono montati dei padiglioni che ospitano anche due librerie indipendenti. Qui si riuniscono migliaia di persone, visitatori e ovviamente scrittori, sia esperti che in erba. È un’occasione per far incontrare scrittori e lettori e discutere su vari temi sempre legati alla letteratura e alla sua ricezione. E dato che Edimburgo ha sempre un occhio di riguardo per i bambini e i giovani, ci sono anche moltissimi eventi dedicati a loro cui partecipano i migliori scrittori e illustratori per ragazzi.

10. Edinburgh International Storytelling Festival: 20 – 31 ottobre 2018

Scottish Storytelling Centre

Scottish Storytelling Centre – Fonte: Brian McNeil (Own work) [CC BY 3.0], via Wikimedia Commons

E dopo una pausa per riprendersi dalle fatiche dei festival di agosto, ecco a ottobre il Festival Internazionale dei Cantastorie. Con questo festival, Edimburgo celebra un altro degli ambiti del mondo della letteratura. Nato molto più tardi degli altri festival di cui parliamo in questo post, tutti originari degli anni 50, lo Storytelling Festival cominciò a organizzarsi solo nel 1990. Lo scopo di questo festival è la promozione del raccontastorie sia tradizionale che contemporaneo, una figura profondamente radicata nella cultura scozzese fin da tempi immemori.

Leggendo di questo festival si potrebbe pensare che si tratta solo di andare ad ascoltare qualcuno che racconta una storia, ma non è affatto così. Se parteciperete ad una delle serate del festival, vedrete che il narratore, lo “storyteller”, racconta le sue storie secondo tradizione, cioè improvvisando, ma la cosa più importante è che cerca sempre di coinvolgere gli spettatori e far sì che partecipino attivamente alla storia. In questo modo ogni narratore trasforma il suo racconto in un’esperienza incredibile e imprevedibile per chi lo ascolta. Si tratta dell’evento più atteso dell’autunno. Il festival non è dedicato solo alle storie scozzesi, ma è anzi aperto a raccontastorie di tutte le nazionalità.

11. Edinburgh Hogmanay: 30 dicembre 2017 – 1 gennaio 2018

Fuochi d'Artificio a Hogmanay

Fuochi d’Artificio a Hogmanay – Fonte: Robbie Shade (Fireworks over Edinburgh) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Questo strano nome si riferisce semplicemente alla festività che ha luogo nei giorni intorno a quello che noi chiamiamo Capodanno. In particolare si riferisce alla notte di San Silvestro quando si celebra la grande festa. Ma in cosa consiste questa celebrazione? Il primo giorno, il 30 dicembre, si svolge una sfilata di torce che illumina l’ampia Princes Street per tutta la sua lunghezza. Il giorno successivo ha luogo la grande festa a cui partecipano fino a 100.000 persone che si riuniscono tutte nello stesso posto per dare il benvenuto al nuovo anno bruciando una nave vichinga... Stiamo parlando di una celebrazione che combina musica dal vivo, il famoso “ceilidh dancing” (tipica danza scozzese) e, ovviamente, i fuochi artificiali che in una celebrazione natalizia non possono mancare, ma per seguire ogni tappa di questo lungo capodanno leggete il post che gli abbiamo dedicato…

Come avete visto, la cultura qui a Edimburgo assume forme diverse e a volte inaspettate. Venite a sperimentare voi stessi tutte le sfaccettature di questa meravigliosa città in grado di trasformarsi ogni volta per uno spettacolo senza pari.

jim-barton-book-festival

Edinburgh International Book Festival

No Comments 61 Views0

Un appuntamento da non perdere per gli amanti della letteratura

Nel mese di Agosto Edimburgo si trasforma in una festa continua: ogni giorno non si ha mai abbastanza tempo per partecipare a tutti gli eventi organizzati per i Festival. Fringe, Military Tattoo Festival, Mela Festival, Art Festival...e fra i tanti, il più grande festival della letteratura d’Europa, l’Edinburgh International Book Festival.

Questo evento nasce nel 1983 ed inizialmente veniva organizzato ogni due anni, mentre dal 1997 è presente ad Edimburgo ogni anno. In poco tempo è diventato sempre più famoso ed è cresciuto in termini di numero di eventi e partecipanti. Molto probabilmente, grazie a questo Festival, l’affascinante città di Edimburgo è stata proclamata Prima Città della Letteratura dall’Unesco nel 2004. In quest’altro post troverete maggiori informazioni dedicate a questo argomento.

L’Edinburgh International Book Festival si svolge di solito nelle ultime due settimane di Agosto nei Giardini di Charlotte Square, nella New Town, dove viene montata una grande tenda per l’occasione che resta aperta per tutta la durata del Festival dalle 9.30 all’una di notte.

Book-festival

Book Festival nei Giardini di Charlotte Square – Fonte: Eileen Henderson – [CC BY-SA 2.0]Via Geograph

Si tratta di un evento nel quale il pubblico e gli autori si riuniscono per condividere idee, aggiornarsi e discutere.

Quest’anno l’appuntamento è dal 12 al 28 Agosto e ci aspettano oltre 700 eventi e più di 800 autori tra novellisti, poeti, fumettisti, illustratori, scienziati e musicisti. Negli ultimi anni alcuni degli ospiti più importanti sono stati Ian Rankin, lo scrittore dell’ispettore Rebus e J.K. Rowling, che ci ha fatto sognare con la saga di Harry Potter.

Sedie-lettori

Sedie da lettori al Book Festival – Fonte : Jim Barton – [CC BY-SA 2.0] Via Geograph

L’entrata ai giardini di Charlotte Square è gratuita e si può accedere anche solo per prendere un caffè o per sdraiarsi comodamente sull’erba e leggere un libro. Ci sono sempre due bookshop, uno per gli adulti ed uno speciale per i bambini, il Baillie Gifford Children’s Bookshop, nel quale è presente un Fun Activity Corner per la gioia dei più piccoli.

Il programma completo del Festival verrà pubblicato a Giugno e si potrà scegliere fra le numerose ed interessanti attività organizzate.

Speriamo possiate essere presenti per parteciparvi!

E per finire, se avete voglia di scoprire gli altri Festival di Edimburgo, vi consigliamo il nostro post per essere sempre aggiornati! Enjoy!

edimburgo-mercatino-natale

Hogmanay a Edimburgo

No Comments 262 Views0

Un capodanno lungo giorni!

Abbiamo già parlato di come la capitale scozzese si trasformi per accogliere la magia del Natale. Il freddo aiuta l’atmosfera, le luci dei mercatini brillano, la musica di sottofondo, la pista di pattinaggio sul ghiaccio, la ruota panoramica, a Edimburgo non manca proprio niente! Continuiamo la nostra passeggiata per questa cittá in festa, per scoprire come si prepara per l’arrivo dell’anno nuovo.

Hogmanay (dal 30 Dicembre al 2 Gennaio)

Capodanno Edimburgo

Capodanno a Edimburgo

Come in Italia, anche in Scozia dopo le giornate di Natale si aspetta con fermento il momento per congedarsi dall’anno vecchio e dare il benvenuto all’anno nuovo. Qui si può dire però che il capodanno è una lunga festa che dura quattro giorni, dal 30 dicembre al 2 gennaio, che fa parte a sua volta dell’Hogmanay, un insieme di celebrazioni ed eventi che si estende per dodici giorni, di cui i menzionati quattro sono sicuramente quelli più intensi.

Vediamo giorno per giorno quali sono gli eventi da non perdere:

Torchlight Procession (30 Dicembre)

Processione delle Torce

Processione delle Torce

Per salutare l’anno uscente gli scozzesi fanno le cose in grande. Questa impressionante processione raccoglie tantissimi partecipanti, una moltitudine di circa 80 mila persone e 100 suonatori di cornamusa, insieme ai vichinghi che smuovono il corteo e si fanno sentire a gridi di guerra. Il fuoco, elemento sempre presente nella tradizione celtica e scandinava, simbolizza il modo per esorcizzare il vecchio dal male e dal demonio, accogliendo il nuovo, portatore di ricchezza e prosperità.

Inizio: George IV Bridge

Fine: Calton Hill

Princes Street Party (31 Dicembre)

Siamo finalmente arrivati all’ultimo giorno dell’anno, Edimburgo ci aspetta per una delle feste più belle del mondo per vivere gli ultimi istanti in compagnia di familiari e amici, il “Princes Street Party”. La città ci regala una vasta gamma di eventi, in cui tanto la musica tradizionale e folk quanto il pop, diventano i protagonisti di una serie di concerti che hanno una location speciale, i nostri amatissimi giardini di Princes Street.
Ma la vera star di questa serata è la canzone“Auld Lang Syne”, tratta dalla poesia del poeta scozzese Robert Burns, diventata ormai parte della cultura non solo scozzese e inglese, ma di tutti i paesi anglosassoni. In un momento così emozionante e unico lasciatevi travolgere dalla giovialità di questo popolo. La tradizione vuole che tutti prendano per mano la persona al proprio fianco intonando la famosa melodia. Per chi volesse prendere parte all’evento, ricordate che l’entrata alla festa non è libera ma bisogna pagare un biglietto.

Prezzo: £25
Orario: 9 pm-1 am

Ad allietare la serata una serie di altri eventi che potrebbero essere di vostro gradimento:

Ceilidh (31 Dicembre)

Per gli amanti di musica tradizionale, la musica folk gaelica, vi travolgerà in un ballo comunitario allegro e divertente, a suon di cornamusa, violino e tamburello, imperdibile!

Fuochi d'artificio Edimburgo

Fuochi d’artificio a Edimburgo

Concert in the Gardens (31 Dicembre)

Associato ai concerti di strada che si svolgono in Princes Street, nella parte dei giardini potremo assistere a un concerto del gruppo Biffy Clyro, accompagnati da altri gruppi che ci terranno compagnia per quattro ore di buona musica.

Prezzo: £55 (poltrona), £49.50 (esterno)
Orario: 9 pm a 1 pm

Fuochi d’artificio

Come ogni capodanno che si rispetti, immancabili sono i fuochi d’artificio, che ci lasciano a bocca aperta, emozionando i primi istanti del nuovo arrivato. Qui a Edimburgo vi è uno scenario d’eccezione, il Castello, che rende la vista davvero spettacolare. Ancora di più se per il magico inizio decidete di posizionarvi sulla collina di Calton.

Ma le sorprese e gli eventi non sono ancora finiti, abbiamo ancora altri due giorni per godere del Hogmanay scozzese:

The Loony Dook (1 Gennaio)

Loony Dook Edimburgo

Loony Dook a Edimburgo

Per chi volesse iniziare l’anno con un brivido indimenticabile, c’è sempre il bagno a South Queensferry, un paesino non lontano da Edimburgo. Ogni anno, un copioso gruppo di persone, abitanti della città per la maggior parte, si danno appuntamento per un tuffo nelle freddissime acque del fiordo del Forth.

Ba Game

Raccomandabile solo da vedere, un po’ meno per prendervi parte. Si tratta di un gioco ancestrale praticato in Scozia nei primi giorni dell’anno. Un insieme di rugby e football ma molto più popolare: le vie del paese vengono investite da centinaia di persone che formano due squadre. Le due lottano per conquistare la palla e farla arrivare al lato opposto. La durata è infinita.
I luoghi più famosi dove si svolge l’evento sono Duns, Jedburgh o Kirkwall. Un gioco di squadra e fiducia che si svolge tra vicini, ma soprattutto una buona maniera per riscaldarsi e resistere al duro inverno scozzese.

Shopping

Natale Edimburgo

Natale a Edimburgo

Qualsiasi cosa che immaginiamo o pensiamo di regalare, possiamo trovarla a Edimburgo. Nel nostro post sulla Old Town e sulla New Town troverai delle sezione tutta dedicata ai negozi più caratteristici della città, in qualsiasi epoca dell’anno.

Invece per gli acquisti gastronomici non perderti il post dedicato ai dolci di Natale in Scozia.

Siamo arrivati all’ultimo giorno delle feste natalizie. Qui in Scozia non c’è la Befana, a portare caramelle e calze. Ma le leccornie certo non mancheranno durante queste giornate. Per cui dopo aver approfittato al meglio degli eventi, della festa, del cibo, della musica e della magia che Edimburgo ci regala, non ci resta che raccogliere e impacchettare decorazioni e alberi e sperare che l’anno prossimo sia un altrettanto Santo e Sereno Natale.

Enjoy!

natale-edimburgo

Natale a Edimburgo

No Comments 525 Views0

Arriva il momento più magico dell’anno

Ormai lontane le giornate estive di festival e parchi, arriva uno dei momenti più belli dell’anno scozzese, il Natale a Edimburgo.

Tradizionalmente il Natale è un momento che associamo alla famiglia, allo scambio di regali, a canti e suoni e ad abeti ricoperti di luci. Negli ultimi anni, tuttavia, il Natale si è trasformato in un’ottima occasione per viaggiare e per scoprire come le altre culture si preparano a questa festività.
Per cui, se state pensando di trascorrere qualche giorno a Edimburgo o in Scozia, sappiate che l’atmosfera che si respira qui in questi giorni è davvero unica e degna di post!

Fuochi artificiali al castello di Edimburgo

Fuochi artificiali al castello. Fonte: Kim Traynor [CC BY-SA 2.0] via Geograph

Il Natale è speciale a Edimburgo. Già durante il resto dell’anno questa città, con le sue guglie e pinnacoli, ci proietta in un racconto fiabesco. Se a questo incanto aggiungiamo un po’ di neve, luci brillanti, decorazioni originali, musiche e mercatini natalizi, il gioco è fatto! Tra tradizione e festa ci ritroviamo a vivere un Natale che si respira nell’aria, in questa fredda aria scozzese, che proprio “per incanto” diventa il tocco finale per un Natale coi fiocchi!

La tradizione natalizia scozzese è il frutto della commistione tra la millenaria cultura celtica e quella cristiana, senza tralasciare l’influenza della religione protestante e dell’età vittoriana, un cocktail che ci rivela perché il Natale in Scozia sia un evento veramente unico.

Cosa Vedere e Cosa Fare

  • Light Night

Il Natale a Edimburgo comincia presto. A fine Novembre già si accendono le luci, con una vera e propria cerimonia di inizio, la “notte delle luci”. Quest’anno si terrà il 22 novembre, per cui non è necessario arrivare qui in Scozia a dicembre inoltrato per godere dell’atmosfera. Per dare il via alla festa dall’1.30 fino alle 5 di pomeriggio, nelle strade principali della città oltre 50 scuole, comunità e gruppi locali ci apriranno le porte con canti, suoni e balli di Natale. Un bel modo per attendere il momento dell’accensione delle luci dell’albero di natale di The Mound, al centro della città. Si tratta di un abete regalato dalla Norvegia alla Scozia, come ricordo del vincolo storico che è sempre esistito tra i due paesi.
E questo è solo l’inizio.

  • Visita ai Mercatini (dal 20 Novembre al 4 Gennaio)

edimburgo-en-navidad-mercado-de-navidad

Da questo momento ci possiamo far travolgere dai famosi mercatini natalizi. Per comprendere la portata dell’evento diciamo solo che a Edimburgo ce ne sono tre, per tutti i gusti e per tutte le tasche. Scopriamoli insieme:

1. The European Christmas Market

Il più famoso di tutti, un mercato natalizio in grande stile, proprio al centro della città, su Princes Street. Originalmente fu istituito da mercanti provenienti da Francoforte (una provenienza che è una garanzia, quando si parla di mercatini natalizi). Una bella passeggiata vi farà scoprire prodotti tipici, artigianato e gastronomia del Natale di diversa provenienza.

mercatini di natale

Mercatini di Natale. Fonte: Ally Crockford (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

2. The Scottish Market

Vicino al primo, nella piazza di St. Andrews, si apre questa specie di villaggio delle Highlands, uno spazio dedicato a prodotti tipici scozzesi. Potete approfittarne per un regalo originale, abbigliamento o artigianato, o anche per degustare cibi e bevande di questa terra.

3. Children’s Market.

È il più recente di tutti i mercatini, adatto ai bambini ma anche agli adulti, si svolge nei Giardini di Princes Street.

A Natale questi giardini (la zona est) si trasformano in Santa Land, l’isola di Santa Claus, un posto in cui è impossibile non divertirsi a Natale. Tra le varie attrazioni un labirinto di abeti, un muro di ghiaccio da scalare, e ovviamente un incontro ravvicinato con Babbo Natale.

Tutti i mercatini restano aperti dalle 10 del mattino alle 10 di sera

Ruota Panoramica Princes Street Edimburgo

Ruota Panoramica. Fonte: M J Richardson [CC BY-SA 2.0] via Geograph

Dopo questa passeggiata siamo ormai entrati dentro il Natale di Edimburgo. A completare l’incanto, l’imponente ruota panoramica, Edinburgh’s Wheel, da cui si può godere di una preziosa vista di una Edimburgo versione natalizia, e l’Edinburgh’s Ice Rink, la pista di pattinaggio sul ghiaccio. Il sottofondo musicale ci accompagna per tutto il tempo!

Il freddo degli spazi aperti non è più un problema. E se ancora lo fosse, tra un acquisto e l’altro, ci rilasseremo con un bicchiere del delizioso Mulled Wine o glügwein, il corrispettivo inglese del vin brulé, un vino speziato servito caldo. Per i più coraggiosi, abbiamo anche la versione scozzese, l’Hot Toddy, una bevanda realizzata con whisky, miele e spezie. Adesso vediamo se avete ancora freddo!

  • Santa’s Run (13 Dicembre)

Il secondo grande evento del Natale scozzese è previsto per il giorno 13 dicembre. Un evento che diventa sempre più popolare.

Maratona di Babbo Natale

Maratona di Babbo Natale. Fonte: Calum Mc Roberts [CC BY-SA] via Geograph

Si tratta di una maratona di 2,5 Km, in cui un solo requisito è valido: tutti i partecipanti dovranno presentarsi travestiti dall’uomo più barbuto del mondo, Babbo Natale, Santa Claus per dirla all’inglese. Una forma molto simpatica e divertente per trascinare amici e familiari in un momento di ilarità che nasconde una molto nobile causa. Il denaro raccolto con la maratona, infatti, viene donato all’associazione “When You Wish Upon A Star”, che si occupa di realizzare i desideri dei bambini malati in tutta la Scozia.

Il percorso comincia alle 11 del mattino dai giardini di Princes Street, previa registrazione nella pagina web della maratona di Santa.

Prezzi:

Adulti £10 ; include il vestito di Babbo Natale
Bambini £5 ( 5-11 anni); include il vestito di Babbo Natale
Bambini £2.50 ( 2-4 anni); include un cappello da elfo

 

Christmas Day: Vigilia e Giorno di Natale (24 e 25 Dicembre)

In Scozia la celebrazione dei giorni di Natale è molto diversa dalla nostra.
La giornata del 24 è dedicata agli amici, si indossano i vestiti migliori, e più eleganti per uscire a riempire i numerosi pub della città e divertirsi a suon di musica, balli, alcol e festa, fino al mattino… Fino al momento dei regali! Il giorno 25 è il grande momento per aprire i regali di Santa Claus, sempre che siano meritati.

Crackers

Crackers. Fonte: Amelia Wells [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Questo giorno sì è tutto dedicato alla famiglia. Scozzesi e britannici si riuniscono a tavola dove li aspetta un pasto di tutto rispetto completato da ottimi dolci. Per saperne di più abbiamo preparato un post gastronomico che vi farà leccare i baffi.

Piccola curiosità, sulla tavola tutti i commensali incontreranno i famosi “crackers”, il regalo per eccellenza per gli scozzesi a Natale. Si tratta di una specie di caramella gigante di cartone che contiene una sorpresa all’interno. Si gioca due persone alla volta, ognuno tira da un estremo all’altro; strappandosi il cracker fa un botto e chi ha la parte più lunga prende il regalo all’interno.

Questo giorno segna l’inizio delle giornate “calde” del Natale scozzese, un periodo di dodici giorni che finisce il 5 gennaio dell’anno successivo. Questo periodo è conosciuto come “Hogmanay”.

Boxing Day (26 Dicembre)

Non si tratta, come potremmo pensare della giornata dedicata alla box, bensì alla “scatola”. A tutti sarà capitato di ricevere un regalo poco gradito o qualcosa che già abbiamo… gli scozzesi hanno trovato una soluzione geniale a tale problema, evitando per di più di ammassare cose inutilizzate e occupando spazio: donarlo in beneficenza, facile!

Non si conoscono bene le origini di questa tradizione, anche se si pensa sia nata dall’antica abitudine dei padroni di donare i regali ai lavoratori più poveri; un’abitudine simile a quella che si conosce come “strenna” in italiano.

In più, in questi ultimi anni, con il boxing day, si da inizio anche ai saldi, per cui è un momento speciale per fare shopping. Per le donne: attente a non farlo diventare davvero un momento di “box”. Glasgow è la città ideale per incontrare buone offerte. Mentre a Edimburgo, senza dubbio, la New Town è la migliore opzione!

E dopo aver approfittato al meglio degli eventi, della festa, del cibo, della musica e della magia che Edimburgo ci regala, non ci resta che raccogliere e impacchettare decorazioni e alberi e sperare che l’anno prossimo sia un altrettanto Santo e Sereno Natale. Enjoy!

SITI UFFICIALI, ORARI E PREZZI

fuochi- dartificio-tatuaggio-militare

Il Royal Military Tattoo

No Comments 324 Views0

Quando l’Esercito Danza

Ogni anno, durante il mese di agosto nella città di Edimburgo si celebra il Festival di Edimburgo che è in realtà un insieme di festival indipendenti, il più famoso dei quali è il Fringe. All’interno del Festival di Edimburgo si svolge anche un grande evento a tema militare: il Royal Military Tattoo, che attira ogni anno migliaia di spettatori che non vedono l’ora di assistere ad uno degli spettacoli più inaspettati e mozzafiato delle parate militari.

Una performance al Military Tattoo

Military Tattoo: una Performance. Fonte: By Edinburgh Blog (Edinburgh Military Tattoo 2007) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Al Royal Edinburgh Military Tattoo, infatti, diverse bande militari si esibiscono ogni sera in musiche e danze tradizionali e marce militari di diverso tipo, per la gioia degli spettatori. Coreografie, effetti di luce, colori, ritmo e coordinazione: tutti elementi imprescindibili per la buona riuscita della parata. Oltre all’esercito britannico, padrone di casa, si può assistere alle performance degli eserciti dei paesi appartenenti al Commonwealth e, negli anni più recenti, anche di eserciti provenienti da un pò tutte le parti del mondo. Nel suo ambiente, il Royal Military Tattoo è un evento prestigioso a cui solo i più meritevoli hanno la fortuna di partecipare.

L’origine del nome di questo festival risale nientemeno che alla Guerra dei Trent’anni, quando l’esercito britannico stanziato nei Paesi Bassi sentiva i tamburi dell’esercito olandese annunciare la fine della serata per i soldati. Questa parata serale era nota come “doe den tap toe” (pronunciato tap-tu), espressione olandese che significa letteralmente “chiudete i rubinetti (della birra)”.

Performance del Military Tattoo al castello di Edimburgo

Military Tattoo al Castello. Fonte: By Chat W from Edinburgh, Scotland (Massed Pipe and Drums) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

La parata era infatti il segnale per i locandieri di smettere di servire birra ai soldati, affinchè potessero tornare ai loro alloggi ad un orario decente ed essere pronti alla battaglia il giorno dopo. Da allora anche l’esercito britannico adottò la pratica di far annunciare alla banda la fine della serata dei soldati. Il termine Tap toe, poi Tattoo, passò in seguito ad indicare una cerimonia in cui si esibivano i musicisti dell’esercito. Il festival come lo si conosce oggi è stato celebrato per la prima volta nel 1949 nei Giardini di Princes Street, ma ha aperto ufficialmente solo l’anno successivo con ben 6000 spettatori.

Dal 1950 il Military Tattoo si svolge sulla spianata del Castello di Edimburgo dove vengono montate enormi gradinate con una capacità di circa 8600 persone per volta. La struttura imponente viene costruita in circa un mese, e un altro mese servirà poi per smontarla, ma l’effetto è a dir poco stupefacente. Durante il mese di agosto si svolgono circa 25 spettacoli a cui assistono fino a 217.000 spettatori.

Fuochi artificiali al Castello di Edimburgo al Military Tattoo Festival

Military Tattoo: Fuochi artificiali. Fonte: Tom Richardson [CC BY-SA 2.0] via Geograph

Dal 2010, il Military Tattoo di Edimburgo è stato ribattezzato The Royal Edinburgh Military Tattoo. Il termine “reale” è una concessione della regina Elisabetta II per il 60° anniversario del Festival dal momento che, oltre ad essere uno dei più iconici e importanti per il mondo militare, nel corso del tempo, ha recato fama e prestigio all’esercito britannico.

Nel 2017 il festival si svolge dal 4 al 26 agosto con performance tutti i giorni ad eccezione delle domeniche. Da lunedì a venerdì gli spettacoli iniziano alle 21.00 mentre il sabato alle 19.30 e alle 22.30. I biglietti sono già disponibili online sul sito del Royal Military Tattoo.

Nonostante sia la gemma di punta del programma estivo di Edimburgo, il Royal Military Tattoo non è il solo che si svolge in questo periodo dell’anno nella città scozzese: leggete il nostro elenco di appuntamenti per l’anno in corso e organizzate le vostre vacanze di conseguenza, per non perdervi nemmeno uno dei meravigliosi spettacoli e delle emozioni che Edimburgo è in grado di regalare!

Per saperne di più sui Festival di Edimburgo e sul Castello, setting d’eccezione del Military Tattoo, partecipate alla Passeggiata Storica per Edimburgo o approfondite l’avventurosa storia di questo monumento con la Visita Guidata al Castello di Edimburgo di Scozia Tour.