edimburgo_principal

Se sei arrivato fino a qui è perché ti interessa scoprire di più su questa capitale europea. Forse non sai da dove iniziare, per questo permettici di farti la vita più facile con questo tour virtuale attraverso i luoghi che non ti puoi perdere.

Citazione: “Non ci sono stelle più belle dei lampioni di Edimburgo”

Così scrisse il celebre autore de “L’isola del tesoro”, Robert Louis Stevenson E non c’è da meravigliarsi! Questa era stata la sua città natale e la sua ispirazione, come lo sarebbe stata anche per il creatore di Sherlock Holmes, Arthur Conan Doyle.

Ma ti assicuriamo che Edimburgo è molto più che bei lampioni. Come vedi è anche il luogo di origine di grandi celebrità artistiche e scientifiche. Inoltre, è anche una giovane città universitaria, piena di posti da scoprire. ll castello centenario, le colline vulcaniche, la cattedrale gotica o il museo nazionale , dove potrai conoscere la pecora Dolly in “persona”, sono solo alcuni esempi. Vorresti scoprire di più e organizzare la visita perfetta a questa città? Bene, l’unica cosa che devi fare è continuare a leggere

Cosa vedere a Edimburgo

Dato che non vogliamo che ti perda niente di quello che ti può offrire questa città storica, abbiamo selezionato questi posti apposta per te.

royal-mile

Ai piedi del castello si trova la via più importante di Edimburgo. Fu costruita sulla lingua di lava vulcanica colata dalla stessa collina del castello. Il suo nome (Miglio Reale) è composto da due parti: una indica che era la via che usavano i re per attraversare la città e l’altra si riferisce alla sua lunghezza, un miglio scozzese, equivalente a 1814 metri.

Questa via è piena di monumenti importanti. A un’estremità si trova il castello di Edimburgo Mentre all’altra il palazzo Holyroodhouse. Lungo la via possiamo ammirare la Cattedrale di Saint Giles, le statue di David Hume e Adam Smith, o il Parlamento, tutti monumenti che valgono la pena di essere fotografati.

Se vuoi comprare qualche souvenir della città, qui potrai trovare numerosi negozietti nei quali potrai acquistare da una cartolina fino a un kilt, la classica gonna scozzese. Se vuoi fare una pausa tra le diverse visite ci sono anche accoglienti bar e birrerie.

Quando visitare la Royal Mile?

È meglio passare di lì quando i principali luoghi turistici e i negozi sono aperti. Per questo tieni in considerazione che l’orario di lavoro di Edimburgo è dalle 9:00 alle 18:00 (da lunedì a sabato), ampliato fino alle 19:30 il giovedì. E in concreto, gli stabilimenti della Royal Mile di solito rimangono aperti fino alle 20.

Come arrivare

La Royal Mile è l’asse centrale della Old Town e, pertanto, potrai trovarla facilmente praticamente da qualsiasi punto del centro storico. La tecnologia e le app ti potranno sempre aiutare a raggiungerla, ma se sei della vecchia scuola e scegli di chiedere a qualsiasi passante, siamo sicuri che ti indicherà senza titubare come arrivare alla Royal Mile. Se invece preferisci familiarizzare con una città orientandoti da solo ci sono due punti di riferimento che devi tenere presenti. Il primo, naturalmente, è il Castello di Edimburgo, visto che si trova a un’estremità della Royal Mile e si può avvistare da numerosi punti della città. E il secondo è l’altro estremo della via, dove c’è il famoso palazzo di  Holyroodhouse.

Prezzo dei biglietti

Dato che stiamo parlando di una delle vie pubbliche principali, puoi passeggiare per questa strada quando vuoi.

Castello di Edimburgo

castillo-edimburgo

Il Castello di Edimburgo è una delle fortezze più famose d’Europa. Questa residenza della famiglia reale si trova a una delle estremità della Royal Mile, su di una collina di origine vulcanica. Essendo al di sopra del centro storico (Old Town) offre una vista eccellente della città. Siamo sicuri che ti divertirai moltissimo passeggiando sulle mura, il piazzale e il resto degli edifici che compongono il castello.

Ma cosa rende questo castello così speciale? Il fatto che è circondato da ripidissime scarpate. Ci si può arrivare solo attraverso la porta principale passando per la Royal Mile. Questo fa sì che la fortezza sia in una posizione strategica perfetta per la difesa. C’è da ricordare anche l’antichità di queste mura. Insieme a rovine del XI secolo, buona parte di quello che vediamo oggi sono restauri del XVI secolo e seguenti.

All’interno si conservano i gioielli della corona e la pietra Scone, sulla quale furono incoronati tutti i re scozzesi. Ah! Se a metà giornata senti una cannonata non ti preoccupare. Da lunedì a sabato, dal XVII secolo, viene sparata una salva alle 13:00. Al giorno d’oggi è una tradizione, ma in passato si faceva affinché le navi potessero sincronizzare i loro orologi. Se vuoi scoprirne di più, qui ti lasciamo più informazioni sui cannoni del Castello di Edimburgo.

Quando visitare il castello?

A meno che la famiglia reale passi le sue vacanze qui, e secondo il mese che tu scelga, ci sono orari diversi. Da aprile a settembre apre dalle 9:30 alle 18. Invece, da ottobre a marzo, dalle 09:30 alle 17:00. Chiude i giorni 25 e 26 di dicembre e a Capodanno ha un orario speciale dalle 11:00 alle 17:00.

Come arrivare

Ci puoi arrivare dalla Royal Mile, la via più famosa della città. Una volta lì, dirigiti verso Castlehill, giusto all’opposto del palazzo di Holyroodhouse.


Prezzo dei biglietti

L’ingresso costa 17 sterline (verificato il 28 febbraio 2018) e ti permette l’accesso a tutti i musei e mostre del castello. Considera anche che il Castello di Edimburgo è una delle attrazioni turistiche incluse nell’ Explorer Pass, la carta turistica che ti permetterà di risparmiare alcune sterline se hai intenzione di visitare vari musei, monumenti ed edifici storici in tutta la Scozia.

Chiesa e cimitero di Canongate

canongate

Lungo la brulicante Royal Mile ti imbatterai in uno dei santuari più visitati dai reali, la chiesa di Canongate (Canongate Kirk). La sua edificazione fu ordinata dal re Giacomo VII di Scozia. Fu costruita tra il 1688 e il 1691, dal maestro e scalpellino James Smith. Si realizzò affinché i residenti di Canongate vi si recassero invece di andare all’abbazia di Holyroodhouse.

A prima vista, la facciata sembra semplice, ma contiene elementi degni da segnalare. Sulla sommità spicca il palco di un cervo di Balmoral, collocato per ordine del re Giorgio VI nel 1949. Un po’ più in basso vedrete i suoi ampli finestroni. Giusto al centro ci sono gli scudi e le armi e la targa dell’inaugurazione. L’entrata esibisce un frontone semplice e il portico è supportato da colonne doriche.

L’interno è stato rimodellato nei secoli. Nonostante questo, la chiesa è molto luminosa. In essa si trova un organo a canne istallato nel 1998 e l’ultima restaurazione risale al 1991. Questa è la chiesa nella quale si reca generalmente la regina Isabella II durante le sue visite ufficiali a Edimburgo Inoltre, nella stessa, si celebrarono le nozze di sua nipote nel 2011.

La chiesa è circondata da uno dei cimiteri patrimoniali di Edimburgo, luogo dove si diede sepoltura, tra altre figure illustri, ad Adam Smith, padre dell’economia moderna. In più, fu anche l’ispirazione per Canto di Natale, di Charles Dickens. Se vuoi approfondire questo argomento, visita la guida ai cimiteri scozzesi.

Quando puoi visitare la chiesa? E il cimitero?

Anche se si possono visitare in qualsiasi giorno dell’anno, considera che, nella chiesa, a parte delle messe, si celebrano matrimoni, battesimi e funerali. Per questo, è conveniente dare un’occhiata al suo calendario, dove potrai verificare quali eventi si svolgeranno il giorno della tua visita.

Come arrivare

Ci arriverai facilmente a piedi dal castello o dal palazzo di Holyroodhouse. Se vuoi arrivarci in autobus le linee da prendere sono: n° 6, 15, 25, 35, 60, 104, 113, X26, X44.

Prezzo dei biglietti

Sei fortunato, è gratis!

Calton Hill

 Calton Hill

Come Roma o Parigi, anche questa capitale fu eretta su sette colli. Il più famoso è Calton Hill, da dove puoi godere di un panorama unico della città.

Da questo si possono vedere le due metà di Edimburgo: quella medievale (Old Town), con strade strette e irregolari e coronata dal Castello di Edimburgo; e quella più recente (New Town), con linee rette e strade ampie con edifici grigi. Inoltre, potrai anche ammirare i dirupi di Salisbury Crags, l’ Arthur’s Seat, il parco di Holyrood, il fiordo di Forth e i ponti che attraversano il Mare del Nord.

I monumenti di Calton Hill

Se cerchi un panorama migliore ti consigliamo di salire -proprio qui- sul Monumento Nelson. È una torre di 32 metri che fu costruita per commemorare la vittoria e morte di questo ammiraglio inglese nella battaglia di Trafalgar.

La collina presenta anche alcuni monumenti neoclassici interessanti, come il Monumento Nazionale, dedicato ai caduti delle guerre napoleoniche. Curiosità: è una copia incompleta del Partenone di Atene. Incompleta perché i fondi pubblici finirono prima di poterlo terminare. Nonostante ciò è un’opera spettacolare, dove potrai scattare qualche bella foto prima di continuare la tua visita.

Un altro di questi monumenti è dedicato a Dugald Stewart che fu un matematico, filosofo e professore all’Università di Edimburgo.

Per finire, puoi fare visita ai due osservatori della città: il City Observatory e la Old Observatory House. Entrambi furono costruiti nel XIX secolo. Anche se il secondo non è aperto al pubblico, vale la pena ammirare la sua facciata.

Quando visitare Calton Hill?

La cosa migliore sarebbe visitare Calton Hill in una giornata soleggiata. L’ultimo giorno di aprile si organizza una festa che celebra l’arrivo dell’estate. Si chiama Beltane Fire Festival. È uno spettacolo di musica, fuoco e danze rituali.

In agosto si converte in uno dei centri del festival di Edimburgo. È il punto perfetto per vedere i fuochi artificiali!

Come arrivare

È molto facile, perché si trova nel centro della città. A piedi, da Princes Street, puoi raggiungerla in solo dieci minuti. A seconda di dove ti trovi puoi anche prendere le seguenti linee dell’autobus: 15, 25, 104 e 113. La fermata è Saint Andrew’s House.

Orario e prezzi

Puoi accedervi a qualsiasi ora del giorno ed è completamente gratis.

Il palazzo e l’abbazia di Holyroodhouse

Holyroodhouse

Dall’altro lato della Royal Mile troviamo l’abbazia e il palazzo di Holyroodhouse. Il nome Holyrood proviene dalle parole holy, che significa “santa”, e rood, un’antica denominazione di “croce”. Per questo la sua traduzione sarebbe Santa Croce.

Il palazzo è stato residenza degli antichi reali di Scozia dal XV secolo. Copre sei secoli di storia. Fu costruita su un’antica foresteria dell’abbazia nel 1498. Attualmente è residenza della regina d’Inghilterra in alcuni periodi dell’anno.

Quello che vedi al giorno d’oggi è frutto di numerosi ampliamenti e restauri. All’interno potrai ammirare il mobilio dell’epoca, la galleria della regina, Queen’s Gallery, e spettacolari arazzi e quadri. Questo edificio deve parte della sua fama a Maria Stuarda. Non ti puoi perdere la visita alla torre dove la regina trascorse i momenti più intensi della sua vita. A proposito, se vuoi approfondire la sua storia, qui ti lasciamo una breve biografia della regina più conosciuta della Scozia.

L’abbazia esisteva molto prima del palazzo. Fu costruita per ordine del re Davide I di Scozia nel 1128. Sarebbe diventata poi il luogo prescelto per numerose incoronazioni e cerimonie di nozze. Nel corso della sua storia ebbe molti proprietari diversi e soffrì numerosi assalti. Il soffitto crollò nel XIX secolo ed è in rovina da allora.

Quando visitare il palazzo? E l’abbazia?

Dato che il palazzo è utilizzato dai reali, gli orari di apertura possono subire cambiamenti con poco preavviso. Tra l’1 di novembre e il 25 di marzo vi si può accedere dalle 09:30 alle 16:30. Dal 26 di marzo al 31 di ottobre dalle 09:30 alle 18:30. Una volta dentro non so possono fare foto né video.

Come arrivare

Ci puoi arrivare molto facilmente perché si trova nell’ estremo est della Royal Mile e a solo quindici minuti dalla stazione Waverley o dal ponte Nord. Se ci vuoi andare in un autobus, devi prendere il n° 6 o il 35.

Prezzo dei biglietti

Il prezzo dell’ingresso è di 12 sterline per gli adulti. Se vuoi visitare anche la Queen’s Gallery è di 16,90 sterline. All’entrata ti sarà consegnata un’audioguida in italiano.

Il monumento a Walter Scott

walter-scott

Sui giardini della Princes Street si innalza questo monumento dedicato a uno degli autori più noti della letteratura universale. Non ti sarà difficile trovarlo perché ha una sagoma molto particolare. Si tratta di una grande torre dalla facciata scura costruita a metà del XIX secolo,

Un chiaro esempio di architettura gotica- È alta 61 metri, quindi si può vedere da una certa distanza. La scala al suo interno diventa sempre più stretta man mano che si sale. Niente meno che 287 scalini. Puoi già immaginare la magnifica vista che ti aspetta, soprattutto della New Town.

Fatto curioso: scolpiti sulla pietra si trovano i 64 personaggi dei romanzi scritti da Walter Scott. Sicuro che se guardi attentamente potrai vedere il famoso Ivanhoe. Per finire, ricordiamo che alla base troverai una scultura di marmo dello scrittore stesso.     

Quando visitare la torre?

A seconda del mese che sceglierai, ci sono orari diversi. Da aprile a settembre apre dalle 10.00 alle 19:00. Invece, da ottobre a marzo, dalle 09.00 alle 16.00.

Come arrivare

Si trova giusto nel centro, nei giardini di Princes Street e a pochi minuti dalla stazione ferroviaria di Waverley..

Prezzo dei biglietti

Il prezzo è di solo 5 sterline.

Museo Nazionale di Scozia

Museo Nazionale di Scozia

In Chambers Street troverai il National Museum of Scotland, Museo Nazionale di Scozia. Fu inaugurato nel 1998 ed è una tappa obbligatoria per tutti i turisti. Contiene più di 8000 reperti archeologici e storici distribuiti su sei piani. Il settimo ed ultimo piano è la terrazza Rooftop Terrace, che offre un panorama di Edimburgo a 360°.

       Cosa posso vedere in questo museo? Al primo piano potrai avvicinarti alla preistoria scozzese, dalle sue prime forme di civiltà fino alla conformazione della sua geografia. Al secondo piano farai un percorso attraverso il Medioevo e l’Epoca Moderna, tappe importanti per la nascita del sentimento nazionale scozzese. Al terzo piano potrai conoscere la Scozia più contemporanea, quando aveva già unito la sua sorte a quella dell’Inghilterra. Al quarto e al quinto potrai vedere la trasformazione della Scozia nell’epoca industriale. Nell’ultima mostra, al sesto piano, ti aspetta la storia della Scozia dalla I Guerra Mondiale al giorno d’oggi.

       Tra le cose più interessanti che potrai osservare in questo museo c’è il primo mammifero clonato dall’essere umano, la pecora Dolly. Puoi anche lasciarti stupire dal reliquiario Monymusk, fabbricato nel VII secolo in legno e metallo. Altri oggetti significativi da ammirare sono i pezzi degli Scacchi di Lewis, apparsi sull’isola che porta lo stesso nome. Si crede che furono intagliati nel XII secolo. Qui ne potrai vedere undici, gli altri sono conservati nel British Museum.

Se vuoi approfondire la cultura e la storia scozzesi, questo link fa per te altri musei che puoi visitare nella Old Town di Edimburgo.

Quando visitarlo?

Apre da lunedì a domenica, dalle 10:00 alle 17:00. Chiude il 25 di dicembre, però apre a Capodanno e nel Boxing Day(Santo Stefano) dalle 12:00 alle 17:00. Se viaggi con dei bambini, lo apprezzeranno particolarmente perché potranno imparare divertendosi grazie a gran numero di giochi interattivi.

Come arrivare

È ubicato nella Old Town e il suo indirizzo è Chambers Street, Edimburgo. EH1 1JF. Per arrivarci in autobus le linee da prendere sono: n° 15, 27, 35, 41, 42, 4567. Le fermate sono Chambers Street o National Museum.

Prezzo dei biglietti

Anche qui sei fortunato, la visita al museo è gratuita!

La Cattedrale di Saint Giles (Sant’Egidio)

Cattedrale di Saint Giles

La cattedrale è dedicata a Sant’Egidio, il santo patrono di Edimburgo. Nonostante fosse considerata originariamente una cattedrale, adesso è in realtà la chiesa madre del presbiterianesimo. I presbiteriani non assegnano titoli, per questo non si riferiscono ad essa come cattedrale. La troviamo lungo la Royal Mile, come già sai, nella zona antica della città.

I reperti più antichi di questa cattedrale risalgono al XII secolo, alcuni studiosi segnalano l’anno 1124. Non si sa che re ordinò la sua costruzione perché quello stesso anno morì Alessandro I, a cui successe suo fratello, Davide I e non si conosce neanche la sua morfologia di quell’epoca, perché nel 1385 soffrì un grave incendio. Questo fece sì che nei secoli seguenti subisse riforme e ampliamenti che attualmente formano quello che vedi.

La ricostruzione si fece seguendo lo stile gotico inglese. Si compone di tre navate, la centrale più alta e ampia che le laterali. In seguito fu aggiunta un’altra navata, destinata all’Ordine del Cardo. L’aggiunta di varie cappelle private modificò la forma a croce latina, tracciandone una più legata al protestantesimo. L’ultima restaurazione avvenne nel XX secolo, quando fu incorporata la neogotica Cappella Thistle.

Quando visitare la cattedrale?

Gli orari sono da lunedì a sabato, dalle 09.00 alle 17:00. La domenica puoi visitarla dalle 13:00 alle 17:00.

Come arrivare

Si trova abbastanza vicino al Castello di Edimburgo, perciò si può raggiungere a piedi camminando lungo la Royal Mile. È a cinque minuti dalla stazione ferroviaria di Waverley.

Prezzo dei biglietti

L’entrata è totalmente gratis..

L’Arthur’s Seat

L’Arthur’s Seat

Tradotto letteralmente come la “Sedia di Arturo”. Il suo nome proviene, come sicuramente puoi immaginare, dal mito del re Artù. Esiste un’altra teoria che sostiene che il suo nome è un altro, Archer’s Seat, la sedia dell’arciere. È la montagna più alta dell’ Holyrood Park. Con oltre 250 metri di altezza offre una vista spettacolare.

Larea naturale è molto simile a quella delle Highlands. Dista solo un chilometro e mezzo dal Castello di Edimburgo. È un tragitto molto popolare per la sua semplicità. Infatti, vi si può accedere da qualsiasi direzione, anche se la più comoda è salire da est. Come il castello, l’ Arthur’s Seat si poggia su una roccia di origine vulcanica.

Se sei un buon osservatore potrai individuare anche gli insediamenti preistorici che ancora si conservano. Nel XIX secolo si scoprirono diciassette piccole bare che contenevano figure umane intagliate.

Quando posso visitarlo?

È preferibile scegliere una giornata soleggiata. Anche se il tragitto non è molto duro, sì che potrebbe diventare un po’ lungo, per questo raccomandiamo di portarti qualcosa da mangiare e da bere per riprendere le forze quando arrivi in cima.

Come arrivare

La via più semplice è percorrere il sentiero a est che parte dal lago Dunsapie. Da lì tarderai solo 25 minuti. Se vuoi fare una passeggiata più lunga e goderti il paesaggio puoi partire dal parcheggio vicino al palazzo di Holyroodhouse. Da esso partono due sentieri, tutti e due sono interessanti e valgono la pena essere percorsi, anche se ti ci vorrà più di mezz’ora per raggiungere la cima.

Prezzo dei biglietti

La Spiaggia di Portobello

La spiaggia de Portobello

Spiaggia di Portobello

Sì, a Edimburgo c’è la spiaggia! Portobello è probabilmente una delle spiagge migliori per fare una giornata di mare in Scozia È ubicata a est della città e molti turisti sottolineano la bellezza del paesaggio circostante. Il lungomare è spettacolare, e l’atmosfera vivace dei bar all’aperto che si respira vi inviterà a rilassarvi.

Essendo situata in un fiordo l’acqua è più calma ma molto fredda. Quindi ad agosto magari puoi fare il bagno, ma in inverno è adatto solo per pochi coraggiosi. La sabbia è fine e bianca e si estende per quasi due chilometri. Durante le due settimane di caldo che concede il clima si riempie di gente. Il resto dell’anno le famiglie sono solite portarvi i bambini e gli animali da compagnia per farli godere liberamente della spiaggia quando si abbassa la marea.

Nel XVIII secolo fu una delle mete più popolari per la classe media scozzese. È famosa per essere una delle prime spiagge in cui si installarono le batching machines. Esse erano delle cabine inventate nell’epoca vittoriana che permettevano ai bagnanti di cambiarsi senza essere visti. Ebbe anche un molo ricreativo alla fine del XIX secolo e un enorme centro commerciale che includeva una montagna russa di legno. A metà del XX secolo la sua attrattiva turistica cominciò a diminuire e molti negozi, bar e installazioni chiusero. Attualmente sembra che il suo antico splendore stia tornando.

Come vedi, è il posto perfetto se vuoi trascorrere un pomeriggio tranquillo e bere una buona birra scozzese mentre ti godi il tramonto.

Quando visitarla?

A seconda dei piani che hai, puoi visitarla praticamente in qualsiasi momento dell’anno.

Come arrivare

Dal centro di Edimburgo puoi prendere un autobus che ti lascerà molto vicino alla spiaggia in meno di mezz’ora.

Prezzo dei biglietti

Completamente gratis.

Che tempo fa a Edimburgo?

La capitale scozzese è situata sulla costa est, sulle rive del fiordo del fiume Forth. Questa posizione geografica fa sì che sulla città piova meno che in altre, come Glasgow, situata sulla costa opposta.

Grafico delle temperature e probabilità di pioggia di Edimburgo.

Che tempo fa a Edimburgo

La piovosità annua è simile a quella di Genova o Torino. Le precipitazioni si manifestano in generale sotto forma di nebbia e pioggerellina. Infatti, gli abitanti dicono che nella loro città si possono vivere le quattro stagioni in un solo giorno.

Citazione: Gli abitanti di Edimburgo dicono che nella loro città si possono vivere le quattro stagioni in un solo giorno.

I mesi di maggio, giugno e settembre sono i più secchi e con il cielo più sereno, nonostante questo, non escludiamo che possa piovere occasionalmente in qualsiasi momento della giornata. Cerca di non dimenticarti l’ombrello o, meglio ancora, se c’è vento, l’impermeabile.

La temperatura di Edimburgo è relativamente temperata, soprattutto se consideriamo la latitudine a cui si trova. In inverno è raro che le temperature scendano al di sotto dello 0. Le estati sono più o meno fresche, con una media di 15°C.

Come arrivare a Edimburgo?

La capitale scozzese è diventata una meta turistica di prima classe. L’offerta di viaggi low cost è aumentato considerevolmente negli ultimi anni, permettendo a molte più persone di raggiungere Edimburgo.

       Il mezzo di trasporto principale da considerare è l’aereo. Oggigiorno è possibile viaggiare a prezzi bassi grazie a compagnie come Ryanair, Flybe o Easyjet. Se dalla città dove ti trovi non partono voli diretti economici, puoi optare per volare a Glasgow, che sta a un’ora in treno dalla capitale. Una volta all’aeroporto di Edimburgo, puoi prendere l’autobus Airlink 100, che lo collega con la stazione Waverly Bridge; gli autobus 35 e N22 che lo collegano all’ Ocean Terminal; il tram, che ti lascia nella New Town; o un taxi.

       Un’altra opzione, forse meno conosciuta, è il traghetto. Questo mezzo è ideale se non hai fretta e vuoi goderti il mare. P&O Ferries o DFDS Seaways ti permettono di viaggiare da a Rotterdam e Zeebrugge a Hull o Amsterdan a Newcastle. Il tragitto può durare 24 ore, oltre a quelle che si sommano per il trasferimento a Edimburgo. Costa circa 170€ che possono aumentare se imbarchi la tua auto.

       Prendere il treno è un’altra possibilità. Arrivare a Edimburgo è comodo se stai già visitando altre città del Regno Unito, ma dall’Italia il viaggio è lungo. Il primo passo sarebbe arrivare a Parigi e da lì prendere l’ Eurostar fino a Londra da dove potrai raggiungere la capitale scozzese.

       L’ultima alternativa è l’autobus. È forse il mezzo che presenta più inconvenienti, più che altro per i numerosi cambi da fare. Come minimo, come nel caso del treno, dovresti arrivare a Parigi, attraversare il Canale della Manica fino a Londra e da lì raggiungere finalmente Edimburgo.

Dove alloggiare a Edimburgo?

A Edimburgo, come in quasi tutte le capitali europee, hai moltissime opzioni per alloggiare e adatte a tutte le tasche. Ci sono più di 500 hotel, bed&breakfast, appartamenti e ostelli nei quali puoi soggiornare tutto il tempo che desideri. Inoltre, ti consigliamo di prenotare con un certo margine di anticipo, soprattutto durante l’alta stagione.

Qui ti elenchiamo i diversi tipi di alloggi per permetterti di decidere essendo più informato:

Hotel

A Edimburgo esistono numerosi hotel. È la forma più comune di alloggio e le tariffe si aggirano sui 100€ in media a notte in quelli del centro. Negli hotel più periferici i prezzi si possono abbassare fino a 60€ a notte. Questo sì, tieni presente che i prezzi possono raddoppiare in agosto per il festival di Edimburgo

Ostelli e pensioni

A Edimburgo ci sono un buon numero di ostelli. È l’opzione più economica, anche se probabilmente non la più confortevole. Le installazioni sono generalmente molto basiche e potresti dover condividere la camera con altri turisti. Nonostante questo, potrai alloggiare per quindici o venti euro a notte. Se viaggi in gruppo potrebbe essere un’opzione da considerare.

Bed & Breakfast

Tradotto letteralmente come “letto e colazione”, è uno degli alloggi più convenienti per i viaggiatori. Si tratta di abitazioni private convertite in piccoli hotel. Si dice che nacquero dall’ospitalità dei clan scozzesi e che si sono evolute fino a diventare un tipo di commercio. Il lato positivo è che ti sentirai come a casa, respirerai un ambiente familiare e proverai deliziose colazioni. I prezzi si possono equiparare a quelli degli hotel e possono variare a seconda della zona scelta.

Appartamenti

Affittare un appartamento è una delle alternative migliori se viaggi per vari giorni e ancora di più se sei in famiglia o in gruppo. Come puoi immaginare, è una struttura turistica con tutte le comodità e il necessario per vivere. Sono disponibili anche abitazioni con solo una camera, essendo la cucina, il salotto e la lavanderia in comune. I prezzi possono variare secondo la zona, anche se è importante considerare che si risparmia cucinando in quella che sarà la tua casa durante alcuni giorni, riducendo il numero di pranzi e cene in ristoranti e bar.

In che zona alloggiare a Edimburgo?

Tutto dipende da che programmi hai. Se trascorri solo un paio di giorni nella capitale, è meglio cercare un alloggio in centro che ti permetta di visitarla a piedi. Per questo ti raccomandiamo la Old Town, possibilmente lungo il suo asse principale, la Royal Mile. D’altra parte, se preferisci la New Town, è meglio rimanere il più possibile vicino a un altro dei suoi snodi principali, Princes Street.

Come muoversi ad Edimburgo?

Nella capitale scozzese gli spostamenti sono molto comodi. È una città relativamente piccola, per tanto camminando si può arrivare alla maggior parte delle attrazioni turistiche. Nonostante questo, può essere conveniente combinare le passeggiate con altri mezzi come il tram o l’autobus per accorciare i tempi e sfruttare meglio la giornata. Un’altra opzione molto valida per i più sportivi è la bicicletta, quello sì, devi essere disposto ad affrontare alcune salite. Come vedi, a piedi, in bicicletta, tram, autobus o veicolo proprio, disponi di molteplici possibilità in una metropoli dove tutto è vicino.

La stazione ferroviaria di Waverly, quella degli autobus di Saint Andrews Square e il terminale di Airlink (bus navette dirette per l’aeroporto) a Waverly Bridge sono i principali centri di spostamento dei viaggiatori.

Se vuoi approfondire di più, qui ti lasciamo i modi migliori per muoversi a Edimburgo.

Visite e tour guidati a Edimburgo

Per visitare la città, non perderti nessun dettaglio e conoscere tutta la sua storia, curiosità e aneddoti, ti raccomandiamo di consultare tutti i tour della città di Edimburgo. Le nostre guide ti riveleranno tutti gli angoli più interessanti della città, devi solo lasciarti trasportare e divertirti ascoltando tutto quello che ti racconteranno mentre visiti i principali luoghi di interesse. Se hai meno tempo e devi scegliere, ti raccomandiamo la Visita guidata a piedi per Edimburgo, visto che in 3 ore puoi già avere un’idea generale di Edimburgo, muovendoti intorno alla sua arteria centrale, la Royal Mile, a un prezzo molto ragionevole.

Punti di riferimento a Edimburgo

Da ultimo ti lasciamo alcune informazioni sui punti di riferimento a Edimburgo, come l’ufficio turistico, il Consolato o i nostri stessi uffici, dove saremo ben felici di aiutarti  🙂

Ufficio turistico

Il centro di informazione turistica a Edimburgo si trova nella New Town, precisamente sulla sua via principale, Princes Street. C’è un altro ufficio turistico nell’aeroporto. Qui ti lasciamo gli indirizzi e i contatti

 

Edinburgh Information Centre

3, Princes Street. Edinburgh EH2 2QP, Regno Unito.

Telefono: 0131 473 3868

E-mail: [email protected]

 

Airport Tourist Information Centre

East Terminal

Edinburgh International Airport. Edinburgh EH12 9DN, Regno Unito.

Telefono: 01314 733 690

Email: [email protected]

Consolato Generale d’Italia a Edimburgo

Il Consolato italiano si trova nel pieno centro della Old Town. A pochi passi dal Castello di Edimburgo. L’indirizzo e i contatti sono:

 

Consolato Generale d’Italia
32 Melville St. Edinburgh EH3 7HA,Regno Unito.
Telefono: 0131 226 3631
Telefono dall’Italia  +44 131 226 3631
Fax: 0131 2266260
Fax dall’Italia: +44131 226 4568
E-mail: con.[email protected]

I nostri uffici

I nostri uffici sono nel centro della Old Town di Edimburgo, in una delle vie perpendicolari alla Royal Mile. Indirizzo e contatti:

Viajar por Escocia | Scozia tour

3 Old Fishmarket Close, Edinburgh EH1 1RW, Regno Unito.

Telefono: 0131 2266260

Telefono dall’Italia: 0044 131 629 0406

E-mail: [email protected]

Apriamo da lunedì a domenica dalle 07.30 alle 21.00.

Mapa de Edimburgo

Nella seguente mappa ti indichiamo l’ubicazione dei nostri uffici di Scozia Tour, dove saremo felici di accoglierti, fornirti mappe cartacee e darti tutte le informazioni di cui hai bisogno in italiano. Ricorda che grazie al roaming puoi usare app come Google Maps per spostarti per la città.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *